In linea con le direttive per l'emergenza Co vid 19 il percorso ha dovuto interrompersi dopo la data del 22 febbraio 2020.
Abbiamo dato vita ad incontri on line con il gruppo di danzatori e performer aderenti al progetto.
Qui un piccolo contributo video del nostro incipit, improvvisando a distanza.

Composizione istantanea in tempo irreale

https://youtu.be/g1tjHcWalOE

Siamo felici di ripartire in presenza, dando vita ad un nuovo ciclo di incontri da luglio a settembre 2020.
--------
Una serie di laboratori che esplorano l'interazione tra danza e musica nell'improvvisazione, muovendosi negli ambiti della contact-improvisation e della composizione istantanea, al confine tra danza e musica live. 

Riprendiamo il percorso intrapreso ad inizio 2020 e sospeso negli scorsi mesi.
Esploriamo la relazione allo spazio, al tempo, privilegiando ascolto, presenza, attenzione, relazione all’altro, alla musica, al suono, alla danza.
Contatto con il suolo, con l’aria e not-contact dance, sono alcune linee di ricerca proprie alla contact-improvisation, che possiamo declinare ora, nel rispetto delle normative vigenti in merito all’emergenza sanitaria.

Workshop condotti da Marina Rossi & Ottavia| Alessandra Bordiga Giorgio Miotto
Gli incontri si terranno presso PTL Piccolo Teatro Libero di S.Polino, Brescia.
E' prevista la presentazione di una performance di composizione istantanea, a chiusura del  ciclo di laboratori, nel settembre 2020.

PC175649 copia resize


"Il primo appuntamento del percorso tenutosi nel 2018-2029 di Contact & Trio Ottavia ci ha immerso nella densità del potenziale che si attiva grazie ad ascolto, presenza, attenzione, relazione all'altro, alla musica, al suono, alla danza. Un incontro che ha innescato in tutti noi la scintilla preziosa necessaria ad esplorare quanto si può creare insieme con apertura, lavoro e desiderio di scoprire-scoprirsi."


Nuove Date 2020:

dom 5 luglio
dom 12 luglio
sab 19 settembre
dom 20 settembre



contact ottavia


Marina Rossi| Lelastiko 
danza contemporanea, composizione in tempo reale, contact-improvisation

Ottavia
Alessandra Bordiga_ voce, loop, effetti
Giorgio Miotto_ chitarra, loop, effetti

Per partecipare agli appuntamenti è necessario iscriversi inviando una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
E' possibile seguire l'intero percorso o iscriversi ad un solo workshop.


Bio OTTAVIA
Prendendo il nome da una delle città invisibili di Calvino, il trio propone viaggi in territori musicali che abbracciano generi ed ambientazioni diverse, figlie del momento e del luogo dove accadono: folk-pop, ballads, psychedelia, ambient, etheral wave, rock... Ottavia è instant composition, sviluppo di tracce musicali in diverse forme come la canzone, il minimalismo, il flusso interiore, originate da parole, poesie, pensieri, testi, messaggi condivisi sul momento dal pubblico, immagini, movimenti, architetture, suoni. Il trio si è esibito in contesti come Queerograd, festival internazionale di musica e performance contemporanea a Graz, Austria; “Music in the Garden”, rassegna organizzata dall’associazione ScenAperta presso il Teatro Galleria di Legnano; gli eventi “Fèria di inizio estate” e “Semplice notte” organizzati in collaborazione con Teatro del Corvo, Campo Teatrale e Terzo Paesaggio di Chiaravalle; jams di contact improvisation organizzate dal Collettivo Daimon, Milano; concerti presso locali in Milano come Cascina Martesana, Manatì, Corte dei Miracoli.

Bio MARINA ROSSI
Marina Rossi: danzatrice e coreografa. Laurea in danza contemporanea “ Corps et Arts”, indirizzo creazione coreografica, Paris V (F). Stagista nella compagnia Pierre Doussaint, Parigi, per realizzare il suo primo assolo. Ha esperienze professionali in Italia ed in Europa.
Il suo lavoro è influenzato dalla pratica delle arti marziali: karatè, tai chi e aikido. Fonda la compagnia Lelastiko di cui è direttrice artistica. Approfondisce un’ indagine al crocevia tra composizione istantanea e scrittura coreografica, collaborando con numerosi artisti.
Si riconosce nella linea artistica di Pierre Doussaint; diffondendo la pratica della sua tecnica, e radicandola nella propria danza, la declina continuamente. Negli ultimi due anni, sviluppa con Patricia Kuypers un progetto di composizione istantanea, nella performance "Paysage en mouvement". Conduce un’intensa attività di formazione nelle arti sceniche performative. Il suo lavoro è presente in vari festival e rassegne in Italia e all’estero. Realizza progetti legati a danza, improvvisazione e coreografia.